Non c'è momento migliore di una doccia per calmare le tensioni alla fine di una dura giornata o per ritrovare il giusto vigore per iniziarne una. La cromoterapia in doccia aggiunge nuove benefici grazie a semplici quanto efficaci accorgimenti.

In cosa consiste la cromoterapia in doccia? Quali sono i colori ideali?

 

  • Cromoterapia in doccia

Il bagno di vapore sotto la doccia rappresenta un naturale toccasana per la nostra pelle: dilata i pori, idrata l'epidermide, depura, nutre e decongestiona le vie respiratorie. Migliora la circolazione, favorendo il ripristino del tono muscolare. Aiuta il blocco che si crea a livello cervicale. E, soprattutto, rilassa. Ma qual'è lo scopo della cromoterapia in doccia?

La cromoterapia è un catalizzatore per stimolare i naturali processi di auto guarigione dell’organismo. È esperienza comune che la luce influenzi, in alcuni soggetti più che in altri, almeno gli stati d’animo. Innegabilmente, la luce rappresenta una sorta di sveglia inserita nell’organismo.Alla base della cromoterapia vi è la convinzione che determinati colori possano influenzare il corpo e la mente di un soggetto, al fine di ripristinare e favorire l’equilibrio o controllare addirittura alcuni disturbi. Ma come funziona? Questo metodo terapeutico sfrutta le vibrazioni cromatiche per ristabilire un equilibrio energetico alterato. L’irradiazione colorata provoca l’assorbimento di onde elettromagnetiche con una frequenza oscillatoria, che varia da colore a colore, stimolando la risonanza vibratoria degli atomi contenuti nelle cellule. E nella doccia?

 

  • I colori della doccia

I benefici della doccia stringono un sodalizio di benessere con quelli apportati dalla cromoterapia dando luogo a specifici prodotti largamente pubblicizzati da numerose aziende d'arredo e non solo. Tralasciando la cromoterapia per idromassaggio e bagno turco, ci concentriamo qui sulla cromoterapia in doccia, precisamente nella cabina o box doccia. Per poter usufruire dei vantaggi consentiti dalla cromoterapia, la cromoterapia in doccia utilizza solitamente dei led integrati nel soffione della doccia, in grado di trasformare il getto d'acqua in un veicolo di luce e colore, basato su precise scelte cromatiche. L'idoneità della scelta, della programmazione tra acqua, luce e colore, unita alla temperatura dell'acqua, può essere elaborata da un software o dall'utente in base al momento. Di norma, ci sono diversi programmi di cromoterapia in doccia. Il sistema tonificante utilizza colori caldi, a partire dal giallo al rosso, fino a giungere al verde. Il sistema rilassante esordisce con il blu e arriva al verde neutrale. Il sistema energizzante insiste sul rosso e sul giallo, seguiti dal verde e dal bianco. Infine, vi può essere un sistema che comprende tutti i colori dell'arcobaleno e le relative sfumature.

Al mattino, dunque, meglio impostare un programma rigenerante, pregno di rosso e giallo per la circolazione sanguigna, per ritrovare il giusto vigore per affrontare la giornata dopo il sonno. Alla sera, dopo una dura giornata, ci si può rilassare con il viola e soprattutto con il blu, che favorisce la corretta respirazione e allontana stress e insonnia. Per ritrovare l'armonia, il verde che dona serenità e il bianco che contrasta debolezza e depressione.

 

L’anima della nostra casa? La tinta delle pareti. 


La casa è il posto in cui trascorriamo la maggior parte della nostra vita, in essa rispecchiamo la nostra personalità: è quindi riflesso di noi stessi.
Per questo quando ci si trasferisce in una nuova abitazione è necessario arredarla con estrema cura, dandole quel tocco estroso e stravagante che la renderà speciale e particolare.
Perché non partire dalla tinteggiatura delle pareti? È l’elemento primario attira l’attenzione di chi si addentra nella nostra abitazione, è l’elemento ci aiuta a “camuffare” con dei piccoli giochi ottici le dimensioni (troppo grandi o troppo piccole) del nostro appartamento.
Ogni colore però ha una peculiarità e un significato ben precisi:
BIANCO: colore luminoso, che dà spazio,un ever green nella moda. Si sporca però più facilmente rispetto a una parete colorata, inoltre se non immerso in un arredamento ben ponderato e eccentrico, può risultare banale e noioso.
GIALLO, ARANCIONE E ROSSO: toni caldi e quindi conferiscono energia agli ambienti, li rendono accoglienti e avvolgenti.
BLU, VIOLA E VERDE: colori freddi, che tendono a dare un tono rilassante e disteso all’ambiente, oltre a dare la sensazione di trovarsi in uno spazio più ampio.
ROSA E LILLA: tinte eccentriche e particolari, soprattutto nelle loro tonalità più intense come il fuxia o il rosa shocking.
Bisogna ricordare però che ogni ambiente della casa necessita di scelte cromatiche ben precise, in base alla sua funzione, bisogna tenere in considerazioni queste indicazioni:
CUCINA: una delle stanze più importanti di una casa, quella più vissuta, il centro nevralgico della casa. Per questo si consiglia la scelta di toni caldi come giallo o arancio, ma per chi non le amasse potrebbe optare persino con un bel punto di blu.
SOGGIORNO: luogo di condivisione, di incontro con la famiglia e gli amici. Si consigliano toni caldi, ma nelle tonalità più accese, per rendere fresco e vivace l’ambiente.

 

significato-colori


CAMERA DA LETTO: in questa parte della casa, che possiamo definire la “zona notte” si prediligono tinte fredde che inducono al rilassamento e al riposo.
BAGNO: anche qui si consigliano tinte forti, come rosa, viola o lilla.
INGRESSO: qui invece è importante dare un senso di ampiezza e luminosità all’ambiente, indi per cui adatte le tinte neutre, come il bianco.
Una volta assorbite queste nozioni base, non bisogna fare altro che lasciarsi guidare dal proprio istinto e dal gusto, dal piacere di creare un ambiente che ci faccia sentire il più possibile a casa.

 

Potrebbe interessarti pure: Cromoterapia in doccia

 

Chi di noi non ha mai almeno una volta nella vita espresso questo desiderio. Purtroppo ci troviamo in un momento socio-economico difficile, che non facilita questo passo: non a caso siamo stati definiti in passato "bamboccioni", o sbaglio?!?
Al che bisogna aggirare l’ostacolo, trovare il giusto compromesso tra le nostre esigenze/possibilità e ciò che il mercato/società ci offre.
Se non si è interessati ad affittare stanze o posti letto, che ci vedono costretti a condividere lo spazio della propria intimità con persone (probabilmente) sconosciute, si può optare per un LOFT. È "open space", uno spazio unico (precedentemente ad uso ufficio) e adattato ad uso abitativo: di piccole dimensioni, ma dal prezzo, se si cerca bene, economico e vicino alle nostre esigenze.
Navigando in rete ho notato la possibilità buona sia di un affitto (dai 500 ai 1000 euro) sia di acquisto (a partire da 130.000 euro), ovviamente i costi variano in base al quartiere e alla "tipologia" della casa. È possibile però trovare prezzi vantaggiosi anche in pieno centro: per esempio qui a Roma è possibile trovarne a prezzi convenienti sia a Rione Monti (dietro via dei Fori Imperiali) sia a via della Lungara (Trastevere).
E per quanto riguarda l’arredamento? Niente paura, Ikea ci insegna che anche una casa di 40 mq può essere fornita di ogni comodità: vi sarà capitato di vedere all’interno degli store "le case in miniatura" arredate con tutto il necessario dagli architetti del marchio svedese. Ebbene voi dovrete essere ispirati allo stesso modo. L’ingegno è la parola chiave.
Magari, se i soffitti alti ce lo permettono, possiamo optare per un soppalco, da adibire come stanza da letto o come studio; l’angolo cottura è la soluzione migliore per far confluire in un unico spazio due ambienti fondamentali della casa, la cucina e il salotto, punti di ritrovo e di condivisione.

 


Inoltre per dare un’illusione di spazi più ampi, possiamo aiutarci con la tinteggiatura delle pareti e lo sfruttamento della luce naturale: colori chiari e brillanti amplificheranno la percezione dello spazio.
Al contempo, possiamo utilizzare le tinture dai colori più sgargianti per delineare gli spazi all’interno dell’open space, così da guadagnare mq, sfruttando un escamotage utile a diminuire l’utilizzo di mobili "ingombranti".
Il loft permette alla nostra fantasia di viaggiare, di esprimersi liberamente senza freni.
Quindi se sentite il bisogno di indipendenza, di libertà cosa aspettate?

Cercate il vostro loft su misura.

 

Potrebbe interessarti anche: Il colore giusto per le pareti di casa