02 Ago

Gabriella Dumas Burgato. Storia di un'Artista

Scritto da  |

Gabriella Dumas Burgato, artista polesana, da sempre amante del suo Delta, delle sue atmosfere, di quel connubio tra acqua e cielo, delle sue genti antiche attorno al grande fiume, sin da giovanissima manifesta le sue doti artistiche che la porteranno poi nella maturità sino alle sale del Carrousel du Louvre a Parigi. Di origini polesane ma cresciuta a Padova, ha viaggiato molto in Italia ed all’estero dove ha vissuto per vari anni in Grecia, Sudan, Eritrea, Etiopia. Esperienze che l’hanno portata ad intraprendere la professione di guida turistica ed interprete per la Grecia per poi trovare occupazione in agenzie di viaggio; ma soprattutto viaggi che le  hanno ampliato il bagaglio artistico e di vita e che hanno dato una sua impronta nel mondo dell’arte.

Esordisce ancora giovane e fa parte di vari gruppi artistici: Gruppo artistico polesano di Adria, Linea Tre Arte, Arte Padova , Arte Aion Art Factory, Artisti del Delta, ecc. Dopo alcune mostre in ambito locale, inizia ad esporre le sue opere già agli inizi degli anni ’80 a livello nazionale tra cui la mostra itinerante “L’arte contro la violenza per la pace e la solidarietà”: Bologna-Roma-Pomposa-Ferrara-Padova-Bergamo-Lecco sono le sedi, con artisti dai nomi risonanti come Remo Brindisi.

Di questo periodo figurativo sono le nature morte, le figure e i paesaggi dove si riconoscono le caratteristiche della tecnica impressionista; “Le pennellate che raccontano di una disarmante dolcezza interiore, pervasa di poesia, fanno quasi soffrire il recettore. Il lirismo che racchiudono, coinvolge ciascuno di noi emotivamente. Espressione ed invenzione, quindi, di un animo di non comune sensibilità e di un'intelligenza vivace, che sa creare quell'amalgama che fonde in dolci cromie le visioni padane, così con passione ricercate” dice di lei Paolo Forzato Arcioni. Incessante sperimentatrice, utilizza tutte le tecniche pittoriche (olio, acrilico, tempera, acquerello, encausto, ecc.)  e grafiche (acquatinta, puntasecca, litografia, ecc.)  inizia con la pittura figurativa prediligendo ritratti e paesaggi; è dei primi anni  2000 l’impiego di resine amalgamate a  sete ed altri oggetti a comporre sulle tele, unite alla pittura ”classica”, effetti tridimensionali di sicuro effetto, oppure usate come elementi per costruire delle “creazioni” se non delle sculture vere e proprie.

 

Quadri-Gabriella-Burgato-Dumas

 

 

Scrive l'assessore alla cultura della provincia di Venezia Nicola Funari: "Gabriella Dumas Burgato è una artista completa: passa da un genere all'altro con facilità e ci coinvolge: acquarello, grafica, pittura murale, scultura e da una tecnica all'altra utilizzando legno, marmo, resine, fibre tessili e variando i soggetti con la creazione di figure e paesaggi che esaltando la sua originalità fanno riflettere lo spettatore nello scoprire la vitalità, il calore, l'umanità che si esteriorizza dai quadri e dalle sculture…..L'evocazione delle esperienze della Dumas incide nella nostra mente il ricordo di qualcosa che, ad un tempo, rende l'artista partecipe delle sensazioni altrui e l'altrui parte del discorso artistico dell'autrice ed entra nel cuore e nella mente di chi guarda trasformandolo ad attore protagonista delle sensazioni dell'artista". Nel 2006 riceve un Premio della Provincia di Venezia per la sua attività direttamente dal Presidente della stessa, Mauro Boscolo Bisto. Entra a far parte del gruppo portovirese Art Factory contribuendo all’organizzazione della mostra “Tra fiumi e colori”  in Villa Widmann-Rezzonico Foscari a Mira (VE) sulla Riviera del Brenta nel 2007. Inizia quest’anno a portare la sua arte in Francia dapprima con il Premio Internazionale “L’Arcobaleno”  nella regione della Loira, poi nel 2009 a Linas, sobborgo di Parigi, partecipando a “Exposition culturelle d’art sacrè et d’artisanant d’art” ed è qui che la sua arte viene notata e quindi invitata dagli organizzatori del Salone d’ Arte Contemporanea del Carrousel du Louvre presso il Museo del Louvre  a cui parteciperà la prima volta nel 2010. Ma non è solo d’arte che si interessa, nel 2010 è vicepresidente della sezione portovirese della FIDAPA, organizzazione internazionale attenta alle problematiche della donna nell’arte e nel lavoro.

 

Gabriella Dumas Burgato è vicepresidente dell’Associazione culturale “Artisti del Delta” (ex ArtFactory) con cui promuove una serie di laboratori di arte-terapia  per gli ospiti del nucleo Alzheimer nelle case di riposo di Corbola e Porto Viro.  Collabora  con il plesso scolastico delle scuole per alcuni  laboratori artistici con progetti che sono stati esposti al museo Guggenheim di Venezia. Intanto la sua pittura si evolve verso l’astratto “..si inoltra, con indubbia abilità e altrettanto coraggio, nelle difficili ma anche estremamente affascinanti lande artistiche dell’informale, con veloci e decise puntate verso l’astratto e il concettuale. Possiamo così ammirare dipinti di grande effetto cromatico, con le masse di colore che si contrappongono, si sovrappongono e si respingono in un sottile gioco di gradevoli armonie, e opere polimateriche dai complessi significati esistenziali.” S. Valentini, critico d’arte. Dal 2012 è presidente degli “Artisti del Delta”. Collabora alla presentazione del libro “Tanto è lo stesso” di Paolo De Grandis con 4 dipinti ispirati al romanzo di cui uno, “ L’illusione del viaggio” , sarà la copertina del cd della band Motel Siffredi coinvolti nel progetto stesso. E’ del 2013 la sua partecipazione a rappresentare l’Italia nella mostra internazionale “Festival Internazionale dell’Arte per la pace e le religioni nel mondo” all’ambasciata dell’Iraq presso la Santa Sede a Roma.

 

pittrice-Gabriella-Burgato-Dumas

 

Le Mostre:

Mostra itinerante “L'arte contro la violenza per la pace e la solidarietà”

Bologna-Roma-Pomposa (Ferrara)-Padova-Treviglio(Bergamo)-Lecco 1981

Biennale nazionale d'arte  Torreglia (Padova) 1984

Museo della Bonifica del Delta di Ca' Vendramin Taglio di Po (Rovigo) 2006

Mostra “Tra fiumi e colori”

Villa Widmann Rezzonico Foscari - Mira (Venezia) 2007

IX Premio internazionale “L'Arcobaleno”

Randonnèe de l'art -  Loira (Francia) 2007

Mostra Personale – Hotel Tritone – Abano Terme

Abano Terme (Padova)  2007/2008

“Exposition culturelle d'art sacrè et d'artisanant d'art” - Linas (Parigi) Francia 2009-2011

1° Premio internazionale di pittura scultura grafica Città di  New York   2010

Mostra personale

Hotel Alexander, Agrinio - Grecia  2010

Galleria “Il Tempio” Palermo  2010

Galleria “Shunt” Paestum Salerno  2010

Galleria “Art et Miss” Parigi Francia 2010

Galleria “Mecenavie” Parigi Francia 2010

Salon d'Art Contemporain au Carrousel du Louvre

Museo del Louvre Parigi Francia 2010-2011

“Il Richiamo della Foresta”

Museo nazionale Villa Pisani – Stra (Venezia)  2011

“Apocalypse” Palaturismo Montegrotto T. Padova  2012

“Festival dell’Arte” 3° ed. Ambasciata Iraq presso Santa Sede - Roma 2013

 

Ti potrebbe interessare pure: Cate Parr, un'Artista straordinaria

 

Letto 3462 volte Ultima modifica il Venerdì, 02 Agosto 2013 18:18
Vota questo articolo
(3 Voti)
Barbara Braghin

Partita per Londra, all’età di ventitré anni, frequenta i college di lingua inglese. Ma la sua voglia di viaggiare supera ogni desiderio e lavora così per famosi tour operator. A trent’anni si trasferisce nella capitale ed è proprio a Roma che inizia a frequentare da vicino il  mondo dello spettacolo e delle pubbliche relazioni. Inventa il personaggio di Madame Corinne che porta sul palco del Teatro Parioli al Maurizio Costanzo Show in onda su Canale5 e nel parterre di Quelli che il Calcio in onda su RaiDue. Partecipa alle selezioni di Lady Burlesque su Sky Uno e fa parte del gruppo The Wastes of Burlesque con altre  cinque ragazze e vengono spesso chiamate al programma pomeridiano Pomeriggio Cinque su Canale5. Scrive e presenta il talk show Sacro e Profano, andato in onda sulla WebTv Roma Tv.  Nel 2011 ha ricevuto il Premio “Per il Cinema e le Arti Sceniche” alla Festa del Cinema e della Cultura di Chiusa di Pesio (Cn); sempre nel 2011 ha ricevuto il Premio come “Miglior Public Relations & Communications” dalla Produzione Cinematografica Stella Polare Film; nel 2012 ha ricevuto il Premo come “Polesani cha hanno Onorato la Provincia di Rovigo in Italia e nel Mondo” dalla Camera di Commercio di Rovigo; nel 2013 ha ricevuto il Premio dal “Museo Nazionale delle Paste Alimentari” nella sezione giornalismo internet Roma - San Francisco Usa presso il Teatro Salone Margherita “Il Bagaglino” di Roma. Oggi scrive per “I Suoi Blog” e per diverse testate giornalistiche, dove cura le rubriche di mondanità ed è sempre presente agli eventi più belli.

Sito web: www.barbarabraghin.com/