04 Apr

Il Bacio di Klimt. Un’opera che cattura i sensi

Scritto da  |

Che cos’è la psiche femminile? Un universo intrigante, complesso, magnifico che Gustav Klimt ha ampiamente esplorato attraverso la sua arte.

Il Bacio” è una delle opere più belle e rappresentative del “pittore di donne”, termine con cui l’artista stesso amava definirsi.
L’opera (olio su tela, dipinta tra il 1907 ed il 1908) mostra un uomo in piedi, su un prato, che si china per baciare la donna. Ella è la vera protagonista. In ginocchio, si lascia avvolgere dal mantello del suo amato, abbandonandosi totalmente a lui.
In pieno accordo con lo stile Liberty, solo i volti e le braccia dei due protagonisti sono realmente dipinti, il resto è una decorazione a mosaici, color oro.
Lo stile è innovativo ed inconfondibile: decorativo e simbolico al tempo stesso, sembra dividere perpendicolarmente le figure, come a voler separare l’universo maschile e quello femminile che, però, si uniscono nel più bel gesto d’amore di tutti i tempi: il bacio.

 


Il simbolismo trova la sua espressione negli abiti dei due innamorati: il corpo dell’uomo è cosparso di elementi rettangolari, mentre quello della donna lo è di elementi circolari, che rimandano alla natura stessa dei due sessi opposti.
L’opera rappresenta una conflittualità che si converte in purezza attraverso l’abbraccio ed il bacio che gli amanti si concedono teneramente.
Il color oro pervade all’interno del quadro, esaltando ed avvolgendo la scena in un’aurea quasi mistica, sospesa in una collocazione non ben definita.
Nell’osservare il quadro, conservato presso l’Österreichische Galerie Belvedere a Vienna, spazio e tempo sembrano non esistere più. Siamo di fronte ad un’opera tutt’ora attuale e veniamo, così, rapiti dall’alto coinvolgimento dei sensi, dai sentimenti e dalle emozioni che “Il Bacio” suscita in noi, sotto una pioggia di polvere d’oro.

 

Potrebbe interessarti anche: L'imperatrice dell'arte: La Gioconda

 

Letto 4794 volte Ultima modifica il Giovedì, 04 Aprile 2013 14:57
Vota questo articolo
(4 Voti)
Marina Masiello

Essere donna significa di per sé avere mille volti. Essere del segno dei gemelli equivale ad avere mille sfumature per ognuno di essi: notte e giorno, sole pioggia, dolce e salato, rumore e silenzio sono parte di me.

Mi definisco una ragazza piena di vita e di interessi. Mi piace stare a contatto con le persone, poiché ritengo che ogni incontro sia una costante esperienza di vita.

Spesso mi soffermo a riflettere sulle piccole cose, su tutto ciò che il mondo moderno “in corsa” ha reso invisibili agli occhi di molti.

Amo il verde dell’Irlanda, la cultura celtica, la musica ed i concerti, cantare, l’arte, scrivere, le lingue straniere, viaggiare, i gatti, quando c’è il sole e fa freddo, leggere, il cielo stellato, i rapporti sinceri.

Studio “Lingue nella Società dell’Informazione” presso l’Università di Roma Tor Vergata ed ogni qual volta l’ispirazione viene a cercarmi (e lo fa spesso) mi dedico alla scrittura: per dar spazio alla mia creatività, raccontarmi, conoscermi, scoprirmi sempre nuova.