In tema di sesso, care amiche, non c'è mai da stupirsi e la fantasia può spingersi davvero molto lontano. Al di là di un "semplice" tradimento può infatti accadere che un uomo induca la propria moglie a tradirlo, ad avere atti sessuali con altri uomini e che egli tragga godimento e riesca ad eccitarsi proprio guardando la sua donna intenta ad avere rapporti con altri, o anche partecipando all'atto stesso. Il termine usato per indicare questo fenomeno è cuckold. Gli altri uomini con cui si condivide la propria compagna vengono, invece, chiamati bull (tori).

 
Come ha spiegato la sessuologa Chiara Camerani sembra che nel cuckoldismo possa esserci la tendenza al masochismo: “Tale dendenza si tramuta in piacere, derivato dall’essere umiliato e costretto ad accettare il tradimento”.
 
Diverse possono essere le ragioni alla base di tale fenomeno sessuale:
 
1) Poiché l'uomo sceglie la compagna con cui fare sesso può esercitare un “controllo” sulle proprie paure, il tutto purché ci sia però un accordo reciproco tale che non si possa parlare di vero e proprio tradimento.

2) Potrebbe esserci il desiderio di tradire la propria donna, ma si sceglie di compensare il senso di colpa facendo in modo che sia lei a sceglierlo.

3) Un senso di inferiorità o un'autostima molto bassa.

4) Un rapporto di sottomissione del marito rispetto alla moglie, in cui l'uomo evita di chiedere rapporti alla moglie per non sentirsi frustrato o rifiutato.

5) L'uomo è masochista e in tale forma di umiliazione trae piacere.

 

Tavolta il cuckoldismo è visto anche come una forma di perversione (o parafilia). Ciò che conta in ogni caso è che esso non diventi l'unico mezzo a disposizione della coppia per raggiungere il piacere, ma una scelta consapevole e voluta da entrambi. In ogni caso un percorso terapeutico o dal sessuologo può aiutare a comprendere meglio le motivazioni alla base di questa forma di eccitamento.

 

Care amiche, se è vero che in materia di sesso c'è sempre da imparare, oggi vogliamo parlarvi di quella che è la sindrome di Speedy Gonzales. L'associazione andrologi italiani rivelano che sono tanti i maschi affetti da questa sindrome, che sembra colpire soprattutto gli uomini di Lazio,Toscana, Puglia, Piemonte e Liguria, dove notevoli sono i picchi di insoddisfazione registrabili fra le donne.

 
La sindrome di Speedy Gonzales identifica quegli uomini che sono molto rapidi nel terminare un rapporto sessuale con la propria donna. Ad essere più "veloci" di tutti sono i maschietti del Lazio: qui il 20% degli uomini di età compresa fra i 18 e i 60 anni soffre di eiaculazione precoce, così come solo una coppia su 4 raggiunge il massimo piacere. Sempre qui il 75% degli uomini sarebbe insoddisfatto della propria vita sessuale. L'81% dei liguri raggiunge invece il picco massimo dell'insoddisfazione sessuale, a causa dell'eccessiva rapidità. E le donne cosa fanno? Cercano o di adeguarsi, rassegnandosi, oppure corrono altrove, magari verso quelle regioni o paesi in cui si fa sesso alla grande (ricordiamo la classifica degli uomini più dotati d'Italia regione per regione). 
 
Una vera e propria soluzione al problema ancora non esiste, se pensiamo al fatto che solo il 10% degli uomini prova a curarsi con l’unico farmaco in circolazione. E voi amiche, cosa ci dite a tal proposito? Siete soddisfatte della vostra vita sessuale?
 

Molte di noi stanno già fantasticando sulla giornata più romantica dell’anno, San Valentino! C’è chi si godrà un week-end romantico lontani dalla caotica città, chi preparerà una deliziosa e afrodisiaca cena a lume di candela. Ognuno di noi, farà quindi del suo meglio per rendere questa serata quanto più speciale e romantica è possibile.

 

E per concludere il giorno di San Valentino, non c’è di meglio che concedersi un po’ di intimità. A tal proposito scopriamo insieme i 5 passi per rendere l’atto del fare l’amore ancora più romantico:

 

1. Create un’atmosfera romantica nella vostra camera, fate si che si trasformi in un nido d’amore perfetto, che evochi passione e dolcezza al tempo stesso. Candele, incensi, musica soft, e lenzuola morbide e profumate. Piccoli e semplici accorgimenti per sorprendere il vostro partner e metterlo a proprio agio.

 

2. L’atmosfera giusta non basta a rendere quel momento speciale e romantico, e dunque non dimenticate di dedicare alla vostra dolce metà dei complimenti, di quelli che non si dicono spesso, ovvero quanto lo troviate attraente e quanto vi ecciti.

 

3. Per accendere ulteriormente la passione, durante i preliminari coccolate il vostro partner con un massaggio sensuale, fatto con olei e tanto amore, quello non dovrà mancare. Accarezzate e sfiorate ogni angolo del suo corpo, e potrete scoprire in questo modo cosa piace di più alla vostra metà.

 

4. Date spazio alle novità! Provate nuove posizioni oppure condividete insieme qualche vostra fantasia! non abbiate paura di mostrare al vostro partner i vostri desideri, lui/lei sarà felice di accoglierli e metterli in pratica!

 

5. Dopo aver fatto l’amore non c’è di più romantico che farsi delle coccole tenere ed innocenti. Abbracciate il vostro partner, guardatelo negli occhi, accarezzategli il viso, e poi il resto verrà da se, ognuno mostra e dichiara i suoi sentimenti in maniera diversa, ed è questo che ci rende unici.

 

Amatevi ogni singolo giorno e non abbiate paura di osare!

 

 

Una mela al giorno non solo toglie il medico di torno, ma sembra fungere come un vero e proprio viagra femminile stimolando il piacere sessuale. Le qualità afrodisiache di questo buonissimo frutto sono state messe in risalto grazie ad una ricerca italiana condotta dall'ospedale Santa Chiara di Trento e pubblicata su “Archives of gynecology and obstetrics”. La ricerca ha preso in considerazione 731 donne di età compresa fra i 18 e i 43 anni. Gli scienziati hanno scoperto che un consumo quotidiano di mele può aumentare il piacere sessuale nelle donne sane. 

Se la trilogia de le "50 sfumature" di E.L. James ha risvegliato notevole curiosità e interesse intorno a quelle che sono le fantasie sessuali più estreme, abbiamo deciso di chiarire quelli che sono i punti principali e le regole dei giochi di potere. Per farlo è stato interpellato Ayzad, uno dei siti principali per quanto riguarda la divulgazione in materia di sessualità alternativa. Secondo il sito:

 

"L’istinto alla dominazione e alla sottomissione è una componente naturale della vita relazionale di tutti ed è presente in ogni rapporto umano. Può essere più o meno esplicito, più o meno  represso, più o meno sublimato, ed esprimersi in maniere diverse in ambito sessuale, a seconda delle preferenze e della personalità di ognuno, in modo più o meno dichiarato e consapevole".

 

L'esperto del sito ha poi aggiunto: 

 

"Di sicuro non andrebbe vissuto in maniera onanistica, usando il partner solo per mettere in  scena le proprie fantasie, senza rapportarsi davvero e senza preoccuparsi delle conseguenze: in  questo caso si parla di sadomasochismo, che è una patologia. Ma se viene fatto in  maniera responsabile e matura, creando insieme al partner un gioco consensuale che si basa sull’esplorazione serena delle fantasie erotiche di entrambi, non c’è nulla di male e si chiama BDSM, che è l'acronimo di Bondage, disciplina, sottomissione e masochismo e si riferisce a tutti quei giochi erotici in cui un partner si affida totalmente alla volontà dell'altro, che possono andare da una sensuale e sottilissima complicità alla ricerca metodica dei limiti e delle possibilità più estreme del corpo e della mente umani". 

 

Quel che bisogna fare è tenere sempre in mente le regole del gioco. Continua l'esperto del sito:

 

"SSC che significa SANO, SICURO, CONSENSUALE. Per sano si intende che i giochi vengono svolti con il preciso intento di non creare danni fisici, psicologici o sociali a chi vi partecipa, e richiede una certa conoscenza del corpo umano e delle implicazioni di ciascun gioco; sicuro vuol dire che si prendono tutti quegli accorgimenti perché nessuno si faccia male, compreso quello di non agire sotto effetto di alcol, droghe, o alterati da emozioni come la rabbia; consensuale, significa che non ci deve essere nessuna forzatura o violenza, che i partner siano equilibrati e maturi e che non vengano coinvolti involontariamente terzi."

 

Se l'amore aiuta, in questi giochi erotici, fiducia e rispetto sono a dir poco fondamentali:

 

"Fare un gioco erotico in cui ci siano esplicite dinamiche di dominio e sottomissione, significa semplicemente prendere sul serio questa frase che prima o poi si dicono tutti gli innamorati."

 

Secondo il sito, ancora:

 

"Anche  se non sembra, in un rapporto di questo tipo non c’è un vero partner dominante e uno sottomesso. Piuttosto, si tratta di chi guida e di chi si affida. I ruoli ovviamente sono definiti, ma in un gioco ben riuscito la dinamica consiste nel lavorare insieme a far  fluire in un circolo continuo l’energia che nasce da emozioni, complicità, intimità."

 

Importante è anche il dialogo:

 

"È importante potersi confrontare raccontando cosa è piaciuto e cosa meno, fantasie ed emozioni: aiuta a creare quella sintonia e quell'intesa necessarie a rendere il gioco il più divertente ed eccitante possibile, per la soddisfazione di entrambi."