Cari lettori e lettrici, vi parlo di quello che nell’ordinaria civile convivenza tra uomini e donne potrebbe capitare: due fratelli gemelli che corteggiano la stessa donna, che pertanto si ritrova nell’incresciosa situazione di provare attrazione per entrambi. Simili nei tratti somatici, ma caratterialmente profondamente diversi, trascinano la poveretta nell’impossibile oblio della scelta. Il legame di sangue poi, inibisce, impaurisce. Invaghita, ammaliata, desiste. Il sorriso dell’uno, le lusinghe dell’altro, gli sguardi dell’uno, le attenzioni dell’altro.

 

Il punto è quanto si è disposti a mettersi in gioco? A cedere di sé in un sì viziato triangolo  amoroso? Gelosie, intrighi, inganni, lussuria, orgoglio, rivalità. Quanto ci si può spingere oltre, in balia del desiderio? Fuggire o cedere? Accettare o rifiutare? La scelta dell’uno all’altro non sarà mai quella giusta, quando si vuole il meglio, quando si vogliono entrambi. E, invano, si cerca una soluzione a tutta questa assurda situazione. Si cercano rimedi, si cercano ripari. Ci si illude che andrà tutto bene. Uno seduttore, l’altro corteggiatore, uno romantico, l’altro egocentrico, uno gentile, l’altro sbruffone. Una spirale vertiginosa senza fine. 

 

Se davvero le scelte che si intraprendono non fossero condizionate sarebbe tutto molto più facile. Sarebbe molto più semplice dirigere le azioni secondo ciò che noi siamo. La società, invece, imbottisce di regole morali che innescano dentro di noi un meccanismo di sensi di colpa a mai finire. È quasi impossibile sbottonare la propria anima e concederla alle emozioni, senza recriminazioni e condanne. La scelta morale è la scelta che la società e non noi o la nostra mente addita a giusta. La scelta morale è quella corretta. Così che le nostre scelte non sono mai libere , non siamo  mai noi a scegliere , fino a quando qualcuno avrà scelto per noi  la scelta giusta.

 

Entriamo in eterno conflitto con noi stessi, con la società, quando quello che vogliamo, sentiamo e desideriamo è diverso da quanto dagli altri accettato. Siamo attori che recitano copioni che crediamo nostri ma che, in realtà, non lo sono mai stati. Le nostre vite sono ingarbugliate in una fitta rete di pregiudizi, preconcetti e precetti morali, dove è impossibile (o quasi) venirne a capo. Il problema allora si discosta da quello inizialmente posto. Non è la scelta di un fratello o l’altro a tormentarci, ma è la scelta tra noi e quello che la società vorrebbe scegliere per noi. Se così non fosse, non si correrebbe dietro a continue giustificazioni, scuse, per nascondere agli altri quello che si è. L’uno, l’altro o loro o te? Un bel rompicapo, un rebus a sospesa soluzione.

 

 

Se in amore e in guerra tutto è lecito, bisogna anche dire che per conquistare un uomo, care amiche, non c'è poi bisogno di eccedere nelle armi a vostra disposizione. Basta seguire una serie di piccoli ed efficaci consigli e siamo sicure che l'uomo che tanto vi piace cadrà ai vostri piedi, senza sapervi più resistere.

 
Sincerità. In primis, il consiglio care amiche è quello di essere sempre sincere. La malizia appartiene all'animo femminile, ma il suggerimento è quello di essere sempre sincere, spontanee e semplici. Se stesse, in poche parole. Non occorre scoprirsi troppo, ma essere sincere pian piano, scoprendosi poco per volta. Gli uomini, ricordiamolo, non danno molto valore a ciò che conquistano con troppa facilità. Attenzione. Bisogna catturare l'attenzione dell'uomo che vi piace. Possono aiutarvi sguardi seducenti e abiti succinti, ma senza mai eccedere nella volgarità. Bisogna sedurlo, ma tenerlo sempre sulla corda. Un sottile gioco che vi renderà a dir poco irresistibili.
 
Contatto. Il contatto è fondamentale per approcciarsi ad un uomo. Senza però mai far capire che sia voluto. Un contatto accidentale, un gioco di sfioramenti che finirà per scaldarlo al punto giusto da farlo completamente cadere fra le vostre braccia. Bisogna cogliere l'attimo e sfruttare ogni singola opportunità a vostra disposizione analizzando i comportamenti del vostro amato. Se ad esempio nei discorsi che fate sembra mostrare una carenza d'affetto, non esitate a manifestargli il vostro affetto abbracciandolo. Bisogna colpirlo, insomma, in quelli che sono i suoi punti più deboli.
 
Il messaggio del buongiorno. Inviate all'uomo o al ragazzo che vi piace un bel messaggino del buongiorno o della buonanotte su Facebook o anche via sms, in maniera abitudinaria. Poi, dopo qualche giorno, smettete. Sicuramente il vostro lui si accorgerà di aver perso qualcosa che prima gli veniva offerto in maniera del tutto naturale. E sarà lui a cercarvi dopo qualche ora.
 
Provare per credere, amiche.
 

Se è vero che Oscar Wilde diceva che "le donne vanno amate, non vanno capite", occorre però anche usare un bel po' di sana psicologia e cercare, perlomeno, di evitare di pronunciare alcune frasi, o parlare di cose, che potrebbero dare adito a incomprensioni e malumori. Dopo avervi rivelato le 5 cose maschili che le donne farebbero, dunque, uomini, prendete atto dei seguenti consigli ed evitate di pronunciare determinate frasi. 

 

1. Fai come vuoi. Se non volete incorrere in discussioni e suscitare le ire della vostra donna è il caso di evitare questa frase. Potrebbe denotare una forma di disinteresse nei confronti di quel che la vostra amata vi sta dicendo o raccontando.

 

2. Non sparlate dei suoi amici. Sono gli amici per la pelle della vostra amata e vanno accettati come sono anche se non vi sono particolarmente simpatici. Non dovete esprimere giudizi.

 

3. Abusare dei "ti amo". Se ti amo è una frase dolce e sicuramente quella più romantica per eccellenza, è anche vero che il troppo storpia. Mai utilizzare tale espressione per placare una lite, vi farà apparire superficiali e insensibili. Meglio pronunciare tali soavi parole in contesti estremi di romanticismo.

 

4. Citare troppe volte la mamma. Cari ometti, non cercate di paragonare la vostra ragazza alla dolce e amata mammina. Vi odierà. In alcuni casi "la suocera" è vista come un'acerrima nemica. Evitate, dunque.

 

5. "Rilassati, baby". Di sicuro la vostra ragazza non si rilasserà, semmai sarà capace di scatenare una lunga discussione. 

 


Non soltanto per l'estetica, non solo pizzi, colori e modelli sensuali. Il reggiseno è davvero importante per noi donne, forse perché, come non tutti sanno, il seno è sostenuto  solo dai muscoli pettorali. Questa è la ragione per cui il reggiseno è davvero un alleato indispensabile per il nostro benessere, care amiche. Chi di noi ha messo peso, può subito accorgersi che il reggiseno lascia segni sulla pelle, che la chiusura posteriore si solleva rispetto a prima e che la coppa non è più adatta. In questo caso bisogna cambiare la taglia.

 

bra

 
Quando si fa sport, il reggiseno ideale è quello sportivo che riduce il movimento del seno del 50%. Di conseguenza anche la possibilità di micro-traumi. Il reggiseno con i ferretti, invece, si mostra ideale, sebbene non quotidianamente. Questo perché il ferretto va a toccare la zona del cavo ascellare, una zona ricca di linfonodi. Di conseguenza si può creare una reazione infiammatoria con dolore nella zona e dei linfonodi stessi. Essi non sono adatti per lo sport, dopo un intervento o in gravidanza e nell'allattamento. Se infatti il ferretto non si adatta bene al seno potrebbe anche danneggiare il tessuto mammario. Tuttavia, il rischio di tumore alla mammella non è determinato dal tipo di reggiseno utilizzato.
 
Reggiseno

 

Dormire con il reggiseno è buona abitudine, soprattutto se le dimensioni del seno sono abbondanti. Inoltre, il reggiseno previene le rughe verticali, che si possono formare  quando i seni vengono schiacciati l’uno contro quando dormiamo. In ogni caso quello ideale rimane il reggiseno sportivo, perché corregge la postura della schiena e rinforza i muscoli pettorali. 

 

Con i suoi 180 negozi sparsi per ben 9 paesi, il successo di Alcott è sicuramente nascosto nella qualità dei suoi capi di abbigliamento che ben si abbinano a prezzi decisamente alla portata di tutti. La nuova collezione di Alcott e di Alcott Los Angeles, nella sua linea femminile, si propone in maniera decisamente aggressiva con quelli che sono i capi più trendy del momento: parliamo di felpe, t-shirt e top dal gusto rock con giubbotti dallo stile collegiale. Non mancano su maglie e pantaloni anche le stampe animalier, vero must della stagione.


I capi di abbigliamento sono realizzati nei classici colori bianco optical, rosa fashion e con stampe floreali per le ragazze più romantiche. Per quanto riguarda i maschietti invece, Alcott ci propone uno stile più urban dal leitmotiv grunge. Abbiamo t-shirt con i teschi, tute dai lavaggi differenti , biker e bomber. Immancabile il denim, must della stagione anche per le collezioni da uomo.

 

Ecco la gallery: